Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:FIRENZE16°26° 
Qui News tango, Cronaca, Sport, Notizie Locali tango
martedì 28 maggio 2024
corriere tv
«La soia»: la versione originale (e simpatica) della hit sanremese di Angelina Mango

CommenTANGO martedì 23 aprile 2024 ore 17:00

Dalla smirada alla doblemirada

Foto di: https://edinburghtango.org.uk/story/how-to-cabeceo-and-mirada-in-the-milonga-and-why-2540/

di Marica Cavallo



. — Adoro mirada y cabeceo. A parte qualche piccola incomprensione che a volte accade (ogni riferimento al precedente aneddoto " La smirada" è decisamente voluto!), trovo questo modo di invitare assolutamente intrigante e accattivante. Un gioco di sguardi sfuggenti a volte, accoglienti e gioiosi altre. 

Questo ricordo risale ai primi tempi di milonghe. Ancora non osavo mirare, forse non sapevo neppure come si facesse una mirada di preciso... Mi limitavo a stare seduta sulla punta della sedia, schiena diritta, occhi sbarrati e sorriso a 32 denti, un piede avanti, e l'altro sotto la sedia, con la punta contro il suolo. In pratica mancavano solo i blocchi di partenza, le mani appoggiate a terra, il numerino sulla schiena ed ero pronta a scattare al primo accenno di invito. Il linguaggio del mio corpo, esprimeva semplicemente la mia naturale voglia di essere vista e soprattutto invitata. All'epoca non importava da chi, ciò che contava era solo ballare, fare esperienza. Erano tutti più bravi di me, tutti maestri. Non era sicuramente il modo più consono di attirare un invito, oggi lo so, ma funzionava. 

I primi mesi di milonghe li ho serenamente vissuti così: con l'entusiasmo e l'innocente inconsapevolezza di una bimbetta di 33 anni che muove i primi gioiosi volei su un tacco 12. Quel linguaggio non verbale è stato sempre gradito ed apprezzato... Tanto da attrarre addirittura un doppio invito. Proprio così, due leader in piedi, di fronte a me, sorridenti e con il palmo della loro mano rivolto verso di me. Entrambi in attesa della mia risposta. Potete immaginare il mio imbarazzo sfociato in una timida risatina. E forse potete anche immaginare la mia soddisfazione, ben due tangueri volevano ballare con me! Credo di aver gongolato in quel momento. Senza credo, ho gongolato sicuramente. Cosa avreste fatto? Io ho ballato con entrambi ovviamente, prima con uno e poi con l'altro. Fortuna del principiante? Forse sì, non mi è mai più successo 💃🕺🕺


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno


Ultimi articoli Vedi tutti

CommenTANGO

Musicalizadores

Musicalizadores

Musicalizadores